Il complesso residenziale La Tuxa di Milano certificato Net Zero Energy Building

Verrà consegnata domani la prima certificazione CasaClima Gold di Milano assegnata all’edificio residenziale La Tuxa, uno dei primi Net Zero Energy Building

La TuxaSarà consegnata  in questi giorni la prima certificazione CasaClima Gold all’edificio residenziale plurifamiliare di Milano “La Tuxa”, tra i primi a poter  anticipare la messa in pratica delle indicazioni dell’Unione Europea sui Net Zero Energy Building(NZEB).

La premiazione avverrà proprio  in occasione dei festeggiamenti per l’anniversario dei primi 10 anni di Klimahouse, la fiera internazionale che è appositamente dedicata all’efficienza energetica in edilizia, andando a testimoniare l’intenso percorso promosso sino ad oggi.

Iniziata la sua costruzione nel 2012, l’edificio La Tuxa pone in evidenza e in pratica numerosi accorgimenti innovativi, secondo uno studio decisamente attento dell’involucro edilizio e un’accurata progettazione impiantistica, rispondendo a specifiche richieste di efficienza energetica, comfort abitativo e sostenibilità.

Le strategie attive e passive che sono state adottate nella costruzione hanno permesso all’edifico di poter persino ridurre il proprio fabbisogno energetico a soli 8 kWh/mq/anno, un record effettivamente non da poco se si pensa che un edifico di dimensioni simili e realizzato con sistemi tradizionali garantisce standard minimi vicini ai 70 kWh/mq/anno.

Nonostante i sei piani fuori terra la nuova residenza La Tuxa ha così raggiunto degli ottimi risultati riducendo e abbattendo ulteriormente i consumi grazie ad un sistema di ombreggiamento esterno a lamelle orientabili che, assieme al sistema di ventilazione meccanica con recupero di calore, permette di riscaldare un appartamento di 100 mq con poco più di 8 euro al mese, un impegno economico inferiore ai 100 euro in un anno.

L’acqua calda sanitaria viene prodotta per il 60% dai pannelli solari termici che sono posti in copertura, mentre la percentuale rimanente è così garantita da una caldaia a condensazione che, in caso di necessità, riscalda l’acqua che circola nel sistema a pannelli radianti a pavimento, riscaldando gli ambienti, inoltre un impianto di recupero dell’acqua piovana viene utilizzata per lo scarico dei wc.

 

 

Commenti

Articolo in: Case Study, News Tags: , , , ,

You might like:

Simple Home una Casa Mobile prefabbricata e trasportabile Simple Home una Casa Mobile prefabbricata e trasportabile
Politecnico di Milano e il modulo abitativo Stone2.0, in attesa del Solar Decathlon del 2016 Politecnico di Milano e il modulo abitativo Stone2.0, in attesa del Solar Decathlon del 2016
ArchMarathon a Milano: sfide a colpi di architettura ArchMarathon a Milano: sfide a colpi di architettura
Summit Clima di NewYork ampia pagina sul Green building e Smart City Summit Clima di NewYork ampia pagina sul Green building e Smart City
Condomini efficienti a Milano, un risparmio di 10mila euro all’anno Condomini efficienti a Milano, un risparmio di 10mila euro all’anno
Diagnosi Energetica dei Condomini a Milano Diagnosi Energetica dei Condomini a Milano
Terminata la prima Casa completamente Riciclata: usati più di 20mila spazzolini Terminata la prima Casa completamente Riciclata: usati più di 20mila spazzolini
Investimenti Sostenibili per avere una casa domotica Investimenti Sostenibili per avere una casa domotica
Domotica Casa é un portale di informazione indipendente sul mondo della domotica
Powered by Siti Web Piero de Cindio Web Solution