Il termostato intelligente per la domotica con protocollo KNX che legge le previsioni meteo

La Zero Computing sta sviluppando il primo termostato intelligente per KNX

termostato intelligenteQuando è stato lanciato sul mercato il termostato Nest questo prodotto ha trovato subito moltissimi estimatori, ma molti sono rimasti delusi per problemi di compatibilità principalmente in Italia. La soluzione viene da una azienda italiana, la Zero Computing che ha progettato e sta realizzando il primissimo sistema per l’automazione del condizionamento d’ambiente che può interagire con il protocollo KNX.
Già esiste un prototipo che è attualmente in fase di test e che riesce a mettere assieme la normale automazione dei sistemi di condizionamento con il sistema domotico installato ed anche con le previsioni meteo reperite grazie ad internet.
Rispetto ai più famosi Nest e Netatmo, il nuovo prodotto non sarà del tipo plug and play ma è stato progettato per essere immediatamente integrato a partire da un ambiente domotico già preesistente.

Il sistema del termostato intelligente della Zero Computing sarà capace di automatizzare gli splitter e i condizionatori partendo da alcune informazioni come la situazione del tempo sia live che previsionale (è integrato una connessione con il servizio meteo di Yahoo).
Un’altra caratteristica del termostato è il cosidetto “auto-apprendimento”. Il sistema, attraverso i sensori di presenza, riuscirà ad impare quale sono ad esempio i momenti della giornata in cui la casa è abitata e decidere la programmazione delle temperature.

Molto interessante è la funzione che memorizza i dati storici della temperatura. Questa permette al sistema di conoscere i tempi necessari per portare un ambiente alla temperatura desiderata ed autoapprendere in modo da fare sempre la scelta giusta. I tempi possono essere molto variabili e dipendono da diversi fattori, come la classe energetica dell’abitazione, la temperatura iniziale, l’inerzia termica.
Molta cura è stata data anche al risparmio energetico, il termostato può spegnersi se non rileva la presenza di persone in casa, cosi come se il sistema domotico è dotato di tapparelle automatizzate il sistema può interfacciarsi in modo da usufruire anche di quella risorsa domotica per raggiungere il risultato della temperatura desiderata (aumento e diminuzione dell’irraggiamento solare)
Per quanto riguarda la commercializzazione del termostato, questo non sarà proposto in vendita da solo, ma la Zero Computing sta allacciando delle partnership molto importanti per inserirlo in qualche pacchetto domotico già presente sul mercato.

La differenza di questo prodotto con i più famosi Nest e Netatmo la spiega in modo semplice il CEO di Zero Computing Fabio Confalonieri: “Nest e Netatmo si offrono al mercato consumer e sono pensati per sistemi di riscaldamento relativamente semplici. In particolare Nest non è dichiaratamente compatibile con la maggior parte delle caldaie Europee. Per contro il nostro termostato, essendo integrato nella domotica, apre la possibilità di effettuare una termoregolazione più completa, controllando anche eventualmente le tapparelle ed altri tipi di oscuranti o le finestre elettrificate. Oltre che sfruttare l’intera rete di sensori messi a disposizione dalla domotica, per una regolazione molto fine della temperatura nei vari ambienti.Ad esempio nelle case di test, stiamo usando comandi per le luci che hanno integrato un sensore di temperatura: questo, unito ad un controllo molto parzializzato del riscaldamento, ci permette di avere temperature diverse in ogni ambiente, e addirittura di riscaldare in maniera differenziata porzioni diverse dello stesso ambiente mantenendo omogenea la temperatura”.

Commenti

Articolo in: Prodotti Domotici Tags: , , , , ,

You might like:

Ecco i progetti vincitori del premio KNX Italia 2014 Ecco i progetti vincitori del premio KNX Italia 2014
Local Warming: raggi di calore individuali per il riscaldamento personale Local Warming: raggi di calore individuali per il riscaldamento personale
Protocollo Condiviso: al via Open Web Net Protocollo Condiviso: al via Open Web Net
Android e domotica Android e domotica
Renzi a Firenze per la casa domotica Renzi a Firenze per la casa domotica
Domotica Casa é un portale di informazione indipendente sul mondo della domotica
Powered by Siti Web Piero de Cindio Web Solution