L’APE slitterà al primo ottobre

Il nuovo APE, per il quale le procedure di calcolo saranno tutte unificate per il territorio italiano, slitterà nuovamente. All’interno del primo schema di decreto l’attestato di prestazione energetica doveva cambiare entro il primo luglio, una prima modifica lo aveva spostato verso il  primo agosto e con l’ultima proroga questa vedrà la luce il primo ottobre.

APELe novità sempre rispetto al disegno di legge originario saranno sicuramente i regimi sanzionatori per certificatore, costruttore e proprietario e l’obbligo di voler effettuare almeno un sopralluogo onde evitare persone che si possano improvvisare dei  professionisti e possano redigere in modo veloce quantità notevoli di certificati, con la conseguente qualità e veridicità delle informazioni .

Regioni e Provincie saranno poi tenute a dover programmare dei controlli per poter verificare che le informazioni che sono state riportate negli APE siano tutte veritiere e questi controlli dovranno pertanto interessare  il 2% dei fabbricati certificati.

Le novità più importanti che si troverà dal 1° Ottobre nell’APE:

  • Le classi energetiche saranno 10: nel vecchio sistema le 7 lettere da A a G rappresentavano  il livello di efficienza e sostenibilità dell’edificio, nel nuovo le classi varieranno da A 4 a G.
  • L’attestato sarà tutto semplificato e identico per tutto il territorio nazionale, con una metodologia di calcolo tutta  omogenea
  • La prestazione energetica sarà poi espressa con due dati: l’energia primaria totale, come nel vecchio tipo e l’energia primaria non rinnovabile.
  • L’indice di prestazione energetica globale potrà determinare la classe dell’edificio, espressa in energia primaria non rinnovabile.
  • Il nuovo attestato di prestazione energetica potrà indicare le emissioni di anidride carbonica e l’energia che sarà esportata
  • Gli interventi per il miglioramento della prestazione dell’edificio si potranno dividere in due categorie: le ristrutturazioni generiche e gli interventi specifici in merito alla riqualificazione energetica dell’involucro.

Il nuovo APE potrà contenere uno schema di annuncio che è in grado di riportare gli indici di prestazione energetica parziale, per dover uniformare tutte le informazioni che possano interessare l’acquirente al momento della scelta dell’abitazione più green da poter acquistare. Per rendere prontamente l’individuazione della convenienza dell’investimento delle emoticon, simboli che possono indicare approvazione o critica, saranno associate alla lettera che esprime la classe dell’edificio

Commenti

Articolo in: News Tags: 

You might like:

Progettare un impianto utilizzando un kit allarme casa Progettare un impianto utilizzando un kit allarme casa
Domotica e sicurezza in casa Domotica e sicurezza in casa
La casa 2.0 ed il concetto di domotica La casa 2.0 ed il concetto di domotica
Tende da sole e domotica, soluzioni importanti Tende da sole e domotica, soluzioni importanti
Domotica Casa é un portale di informazione indipendente sul mondo della domotica
Powered by Siti Web Piero de Cindio Web Solution